Chiesti al mercato più contributi

L’attività della Consob costa e, visto che lo Stato non la finanzia quasi più, aumentano nel 2011 le “tariffe” per il mercato, comprese - ed è la prima volta - le agenzie di rating. Quest’anno nel complesso il gettito contributivo dei soggetti vigilati dall’Authority dovrebbe salire del 5,3% a 113,6 milioni di euro (dai 107,9 milioni del 2010) per coprire circa 120 milioni di costi legati anche al rafforzamento dell’organico, necessario a far fronte alle maggiori esigenze delle attività istituzionali. Nel 2011, per la prima volta, sono assoggettate al contributo di vigilanza (si tratta di 21.950 euro) le agenzie di rating. Invece per alcune categorie, come i promotori finanziari (-2,1%) e Borsa Italiana (-3,5%), è prevista una riduzione degli oneri.