Chiesto il processo per critico d’arte accusato di abusi

Chiesto il rinvio a giudizio per il critico d’arte Alessandro Riva, agli arresti domiciliari dallo scorso giugno per presunti abusi su quattro bambine minori di 10 anni. Il pm Laura Amato ha chiesto il processo per l’ex collaboratore dell’assessorato comunale alla Cultura, con l’accusa di violenza sessuale aggravata dall’età delle presunte vittime, minori di 10 anni. In base a quanto contestato dalla Procura Riva, 43 anni, dal febbraio 2002 e per cinque anni avrebbe approfittato «della condizione di inferiorità fisica o psichica» delle bambine che ospitava nella sua abitazione perché amiche della figlia. Il critico, però, respinge fermamente tutte le accuse. L’udienza preliminare si terrà il prossimo 25 gennaio davanti al gup Paola Di Lorenzo.