Chiesto rinvio a giudizio per i Gaucci

Dopo quasi un anno e mezzo di indagini la procura del capoluogo umbro ha chiuso l'inchiesta sul fallimento del Perugia calcio guidato dalla famiglia Gaucci (un crac stimato in oltre cento milioni di euro). Il sostituto Antonella Duchini ha infatti chiesto il rinvio a giudizio dell'ex patron Luciano e dei figli Alessandro e Riccardo, nonchè di altre sette persone. Nel fascicolo vengono ipotizzati a vario titolo per gli indagati accuse quali bancarotta fraudolenta, truffa, reati tributari, favoreggiamento, riciclaggio e diffamazione a mezzo stampa.L'ipotesi degli inquirenti perugini è che Luciano Gaucci abbia distratto i beni della società.