Il Chievo riagguanta la Sampdoria distratta

Sandro Benedetti

da Verona

Un lampo di Kutuzov e la replica autoritaria di baby Scurto. Né vinti né vincitori nella sfida tra Chievo e Sampdoria. Un punto ciascuno e alla luce di quello che si è visto al Bentegodi il risultato appare sacrosanto. Sampdoria pimpante e attenta nella prima frazione che legittima la bella rete di Kutuzov complice una disattenzione di Malagò con una migliore disposizione tattica. Blucerchiati corti, bravi, sempre precisi nel chiudere il varco ai gialloblù. Meritato il gol del vantaggio. Lungo lancio di Volpi per Kutuzov, che salta prima Malagò poi con un colpo sotto evita anche l'intervento di Fontana. Ripresa con il Chievo che cambia completamente musica. Più pimpanti i gialloblù, stranamente timorosi i blucerchiati. Il pareggio si concretizza dopo poco. Angolo dalla destra di Semioli, palla che spiove nel cuore dell'area blucerchiata, la difesa della Sampdoria si addormenta e Scurto si inserisce, batte al volo e supera l'incolpevole Antonioli. La Sampdoria arranca, Iuliano si fa espellere, il Chievo prova a far paura, ma Novellino può tirare un sospiro di sollievo E per quello che si è visto è giusto così.