Un chilo di spazzatura vale una bicicletta

Il Comune di Loano non si sta dando tanto da fare solo per gli eventi che costellano l’estate savonese, ma anche per tutelare l’ambiente, ed è per questo che da alcuni giorni fino al 27 agosto ha indetto il concorso «Il turista ri-ciclista». L’obiettivo è quello di sensibilizzare i visitatori affinché prendano parte, pur giocando, al programma che ormai da quattro anni è promosso per la raccolta differenziata, la difesa delle aree verdi e la riqualificazione dell’ambiente urbano.
Ogni turista che rimane per almeno una settimana nella cittadina e che vuole partecipare non deve fare altro che portare al punto Eco di via Ugo Foscolo almeno un chilo di raccolta differenziata. Il premio, estratto settimanalmente, è una bicicletta d’alluminio, naturalmente riciclato, e la premiazione finale avverrà il 10 di settembre, con una grande festa sulla passeggiata a mare. Di tutto ciò vanno particolarmente fieri l’assessore all’Ambiente Rinaldo Bollorino e il sindaco di Loano Angelo Vaccarezza, che hanno voluto inserire il «turista ri-ciclista» nell’ambito del progetto inaugurato quest’anno, che vuole dimostrare come il rispetto e la tutela dell’ambiente, così minacciato dall’uomo, passino prima di tutto «nei gesti e piccole attenzioni quotidiane».
E se durante tutto l’anno sono chiamati in causa i residenti, con iniziative come la gara amichevole «Occhio ai rifiuti» nella scuole elementare e materna, adesso è il turista che dovrebbe fare qualcosa: e un chilo di spazzatura differenziata per godere di una Loano pulita è davvero poco.