China: "Brenda? Non è morta per un incidente"

"Non credo che sia morta per un incidente perché non hanno trovato
sigarette e lei aveva l'abitudine di fumare e buttare fuori le
sigarette"", così China, l'amica del cuore di Brenda, il trans morto a Roma in via Due Ponti a "Domenica cinque", il talk show di Canale 5

"Ho visto Brenda un'ora e mezzo prima di morire; quella sera non era ubriaca. Il giorno prima di morire mi ha regalato una statuetta di Padre Pio e una di Santa Caterina da Cascia. Non credo che sia morta per un incidente perché non hanno trovato sigarette e lei aveva l'abitudine di fumare e buttare fuori le sigarette". Così China, l'amica del cuore di Brenda, il trans morto a Roma in via Due Ponti a "Domenica cinque", il talk show di Canale 5. A proposito dell'articolo uscito su Novella 2000 in cui l'ex fidanzato di Brenda ha sostenuto che Brenda riprendeva con la telecamera tutti i suoi clienti per poi ricattarli e che dal 2007 dava questi filmati ai carabinieri che sono stati indagati nell'indagine, China e Barbara sostengono: "Questo signore non é mai stato nella vita di Brenda. Lui era conosciuto solo perché vendeva la droga". Ospite in studio anche Vladimir Luxuria che a proposito della morte di Brenda sostiene: "Non ho mai creduto né in un incidente né in un suicidio, io credo che Brenda avesse dei documenti che a qualcuno davano fastidio e io ho sempre pensato che anche il furto del cellulare sia stato fatto per nascondere quello che c'era dentro". A proposito del rapporto tra Brenda e l'ex governatore del Lazio Piero Marrazzo, China ha detto: "Brenda dopo un festino mi ha chiamata e mi ha detto di andare a vedere quanto l'aveva pagata un cliente e mi ha fatto vedere che aveva 28 mila euro anche se mi ha detto che erano 30 mila. Mi ha detto che glieli aveva dati Marrazzo. Natalie, in collegamento da via Gradoli, dice: "Io non ho niente da nascondere: non ho fatto 8 mesi di carcere per sfruttamento della prostituzione ma perché ho insultato un poliziotto. Io non ho mai chiesto il pizzo e voglio rispetto per via Gradoli che è una via tranquilla. Io non posso parlare male di Brenda e mi dispiace che sia morta anche se non eravamo amiche".