Chinatown ecco il piano: 5 milioni per l’isola

Telecamere in via Sarpi, carico e scarico 2 ore al giorno e aree sosta riservate ai residenti

Il «tesoretto» di Palazzo Marino per risolvere la storia infinita di Paolo Sarpi. E trovare finalmente un via d’uscita. Cinque milioni di euro, da prelevare tra i 156 risparmiati dal bilancio virtuoso del 2007 presentato sabato dal sindaco Letizia Moratti, potranno essere utilizzati per risolvere l’ormai storica querelle che continua a contrapporre i residenti italiani e i grossisti della Chinatown milanese. Una disputa sfociata nella rivolta contro i ghisa che volevano far rispettare il codice della strada e proseguita più strisciante con il braccio di ferro dei commercianti che prima promettono di trasferirsi e poi si rimangiano l’impegno. Nonostante referendum e patti che rimangono soltanto parole.
E, intanto, il quartiere continua a sopravvivere nel solito caos quotidiano.(...)