Chirac scatenato su Blair Diverte Putin e Schröder con battute anti-inglesi

«La sola cosa che sono riusciti a fare per l’agricoltura europea è la mucca pazza». La battuta è riferita agli inglesi e a pronunciarla divertito durante il vertice di due giorni fa a Kaliningrad (in occasione del 750º anniversario dell’enclave russa) è stato il presidente francese Jacques Chirac che al suo fianco aveva un uditorio d’eccezione: il capo del Cremlino, Vladimir Putin e il cancelliere tedesco Gerhard Schröder. I tre leader di Russia, Germania e Francia - ha riferito ieri il quotidiano francese Libération - si sarebbero divertiti alle spalle del primo ministro britannico, offrendo un quadro insolito, quasi da bar e chiacchiere tra amici. Ad orchestrare le barzellette anti-britanniche è stato il capo dell’Eliseo, che negli ultimi mesi (e anche sulla base di un ancestrale rivalità con il Regno Unito) è entrato in uno scontro aperto con il governo di Londra sul futuro dell’Europa e della nuova Costituzione.
Evidentemente Chirac credeva di non essere ascoltato e Putin e Schröder credevano di non essere visti mentre ridevano entusiasti - così racconta Libération - delle battute del presidente francese. «Non ci si può fidare di persone che cucinano così male - ha proseguito Chirac -. Dopo la Finlandia è il Paese dove si mangia peggio», ha aggiunto sempre riferendosi al Regno Unito. E quando Putin gli ha chiesto: «E gli hamburger?», Chirac ha rincarato la dose: «No, quelli non sono niente» e ha cominciato a raccontare di un pranzo con lord Robertson, ai tempi in cui lo scozzese era segretario della Nato. «Da allora sono iniziate le difficoltà» all’interno del Patto Atlantico, ha concluso il capo dell’Eliseo.