Chiude Homi ma ora il business prosegue on line

Metti un servizio di piatti - anche bello - esposto in vetrina in un qualunque negozio di casalinghi accanto a pentole e posate. Un tempo bastava poco per attirare l'acquirente dentro i negozi. O per meglio dire: bastava la qualità per avere negozi pieni. Oggi non basta più. Ecco perché Macef ha passato il testimone a «Homi». Ed ecco perché Homi ha saputo cogliere l'obiettivo, puntando la sua nuova scommessa sul lifestyle, lo stile di vita italiano che il mondo intero ci invidia. Ieri si è conclusa la fiera dedicata alla casa, alla sua prima edizione nella veste rinnovata. E le aspettative non sono andate deluse.
Specialmente nella giornata di domenica c'è stato un vero e proprio boom di ingressi. Oltre 1500 le aziende che nonostante la crisi hanno creduto nel progetto, hanno investito per qualche metro quadro di stand e «sono stati premiati», confermavano ieri gli organizzatori di Homi. Sono stati particolarmente apprezzati infatti i momenti dedicati a «sperimentare». Ad esempio quelli dedicati al «cake design». Ai negozianti sono state fornite idee e stimoli per trasformare il vecchio esercizio commerciale in un luogo non più statico ma sempre dinamico e pieno di iniziative per invogliare i clienti ad entrare e, dopo, quindi anche a comprare.
Ieri Homi ha chiuso i battenti in Fiera, ma ben presto riaprirà le sue porte on line. A partire dal 3 febbraio prende il via «Homi più», vetrina on line che offrirà opportunità di businnes ancora per più di un mese ai buyer selezionati che si saranno registrati al sito. Per almeno otto settimane raccoglierà gli stand virtuali di oltre 300 aziende e di oltre 13.000 buyer, molti dei quali già presenti sulla vecchia piattaforma «Macef più». Nato da quest'ultima, «Homi+» è già visibile online all'indirizzo www.homiplus.it.
Sono solo i primi passi - anche se ben piazzati - di una fiera che ha già in programma diverse trasferte. Dopo la seconda edizione in FierMilano a Rho a settembre prossimo (dal 14 al 17) Homi partirà per la Russia dove esporrà per la prima volta insieme al salone del Mobile milanese dal 15 al 18 ottobre. E qui sono attesi circa 50mila compratori. Dalla Russia nel primo semestre del 2015, anno dell'Expo, Homi sarà lanciato anche in Asia (a Singapore) e negli Stati Uniti. Inoltre accoglierà con eventi speciali gli operatori che giungeranno nella nostra metropoli alternandosi a Tuttofood (Alimentazione) e Host (Ospitalità Professionale).