Chiusa la rimessa, sulla linea del 15 viaggiano gli autobus «preistorici»

Cambio di orario e cambio mezzi per le linee Amt. Non si va avanti, però, si torna indietro.
Chi poteva pensare di vedere un parco autobus ampliato con confortevoli e meno inquinanti pullman di ultima generazione si sbaglia, perché l’Azienda trasporti genovese sta tornando all’antico. Cosa sta succedendo? Dopo il cambio di mezzi già registrato durante l’estate sulla linea 44, anche la linea 15 viene «colpita» dal ritorno al passato. I nuovi Scania che da tempo percorrevano la strada tra De Ferrari e Nervi sono stati sostituiti da autobus di vecchia generazione neanche idonei al trasporto degli handicappati, come denunciano diversi utenti residenti nella zona di Quarto e abbonati al servizio Amt. «Ci sembra illogico che gli autobus sulla linea 15 siano tornati quelli di anni fa, più rumorosi, più inquinanti e meno efficienti- accusano i passeggeri-. La cosa sembra incomprensibile e quello che più ci dà fastidio è che Amt non riesca a fornirci spiegazioni in merito».
Anzi, secondo quanto riportato dagli utenti della linea 15 il call center del servizio clienti Amt sembra non funzionare: «Oggi (Ieri per chi legge ndr) abbiamo dovuto attendere 25 minuti per parlare con un operatore senza ottenere una risposta». Così dopo l’aria condizionata fuori uso per buona parte dell’estate adesso anche la beffa del cambio dei mezzi e le lamentele per un servizio che a levante viene considerato già carente: «Ci verrebbe da pensare che questa zona della città venga penalizzata dai servizi solo perché è quella dove le nostre amministrazioni raccolgono meno consensi. Dobbiamo subire qualche punizione?». Amt fa sapere che «l’utilizzo di questi bus sulla linea del 15 è dovuta alla chiusura della rimessa di Boccadasse e all’ottimizzazione della distribuzione del parco mezzi per l’area centro levante».