Chiusi nel bancomat dalla porta bloccata

Doveva essere un pomeriggio a passeggio, magari per fare qualche acquisto approfittando dei saldi e del traffico azzerato dal blocco. Alla fine, invece, si sono trovati chiusi dentro a un bancomat per un'ora, in attesa che qualcuno li «liberasse» e con una decina di persone assiepate fuori dalla filiale in attesa di entrare, cercando di forzare la porta.
È l'avventura capitata a Donatella, Caterina e Cesare: clienti di Banca Intesa rimasti bloccati mentre prelevavano questo pomeriggio al bancomat della filiale di piazza De Angeli. «Io e la mia amica Caterina siamo entrate a prelevare, poi è entrato anche un signore, quando abbiamo tentato di uscire abbiamo trovato la porta bloccata. Non c'era verso di aprirla: siamo rimasti un'ora chiusi dentro, in vetrina con la gente che da fuori guardava e non capiva», racconta Donatella, da poco «liberata» grazie all'intervento della vigilanza della banca, avvisata dal 113 a cui i tre si erano rivolti.
«La cosa che più ci ha fatto arrabbiare - dice Cesare, 52 anni, il terzo malcapitato, che medita una denuncia per l'accaduto - è che abbiamo suonato l'allarme antiincendio che dovrebbe automaticamente sbloccare le porte, invece non è successo niente. E se davvero fosse scoppiato un incendio?».
La porta si è bloccata alle 17.20 circa, dopo un'ora i tre sono usciti: «Nel frattempo abbiamo chiacchierato, ci siamo conosciuti anche se non è mancato un pizzico di apprensione», dice Donatella. All'uscita un sospiro di sollievo e i saluti: «Grazie per la compagnia...».