Chiuso il cantiere di viale Zara In via Corelli due mesi a zig zag

In anticipo di una settimana, ieri è stata ripristinata la normale viabilità su viale Marche in direzione stazione Centrale. Il percorso è di nuovo regolare verso piazzale Maciachini, è possibile la svolta a destra verso viale Zara fino a piazzale Lagosta. L’apertura è stata anticipata con buona pace dei pendolari che, con la città che si è ripopolata, si preparavano a ricominciare la protesta messa in scena a fine luglio quando sono partiti i cantieri. Anche le vie limitrofe - Lario, Nava, Keplero e Ragusa -, diventate a senso unico durante i lavori, sono di nuovo percorribili a doppio senso di circolazione. Gli interventi all’incrocio tra viale Marche e Zara erano stati disposti per consentire la sostituzione dei binari del tram, e saranno completatati il 3 settembre: dal giorno dopo sarà attivo l’esercizio tranviario. Fine dei lavori anche nei tratti di viale Beatrice d’Este all’incrocio con corso di Porta Vigentina, in viale Tunisia incrocio con via Lazzaretto e completata la passerella ciclopedonale in viale De Gasperi.
Per un cantiere che chiude uno che si apre: in via Corelli, nel tratto tra via Taverna e il centro sportivo Saini, i lavori per la realizzazione della pista ciclabile obbligheranno per un paio di mesi gli automobilisti provenienti dalla Rivoltana a riversarsi sull’arteria di viale Forlanini.