Chiuso in parrocchia con tanica di benzina

Ha minacciato di dar fuoco a una chiesa se non avesse visto il Papa. Protagonista uno squilibrato che, poco prima che iniziasse la messa delle nove, è entrato, accompagnato da un pit-bull e armato di un coltello ed una tanica di benzina, in una parrocchia a Sant'Angelo Romano, in provincia di Roma. L'uomo ha prima incendiato un candelabro, quindi si è seduto sull'altare chiedendo espressamente un incontro con il Pontefice, altrimenti avrebbe dato fuoco alla chiesa. I fedeli, terrorizzati, sono fuggiti via, mentre il parroco ha chiamato i carabinieri. Dopo alcuni minuti sono giunti sul posto i carabinieri della stazione di Sant'Angelo, i vigili del fuoco e i responsabili dei servizi veterinari che sono riusciti a prendere il cane. I militari invece hanno cercato di convincere l'uomo ad uscire e dopo una lunga trattativa ci sono riusciti.