Chiuso il set di Sex and the City I fan in fibrillazione per il film

Più mature e sofisticate saranno alle prese con figli e matrimoni

da New York

Per i fan di Sex and the city il countdown è cominciato. Le quattro protagoniste della leggendaria serie televisiva della rete HBO (che nel 2004, dopo sei anni, aveva dato l'addio al piccolo schermo) hanno appena finito di girare la versione cinematografica, che uscirà sugli schermi americani il 30 maggio del 2008. Sarah Jessica Parker, Kristin Davis, Kim Cattrall e Cynthia Nixon erano tutte presenti alla grande festa che i produttori della New Line Cinema hanno organizzato pochi giorni fa nel cuore di quella Manhattan che ha sempre fatto da sfondo alle puntate televisive. La trama è ancora protetta da un velo di silenzio, mentre sui siti Internet si moltiplicano le ipotesi. C'è chi dice di aver visto Carrie (Jessica Parker) sul set del film in abito da sposa; chi giura di sapere che Charlotte (la Davis) finalmente aspetterà un bambino.
Di certo c’è che, attorno al quartetto delle protagoniste, ci saranno ancora gli attori Chris Noth, Mario Cantone e Willie Garson, mentre la star di Dreamgirls, Jennifer Hudson, avrà il ruolo della pepata assistente della giornalista Carrie. Ma non tutte le attrici all'inizio volevano farsi scritturare per la versione cinematografica della serie tratta dal romanzo di Carrie Bradshow. Sarah Jessica Parker, ad esempio, era preoccupata per via dell'età. «Non sono più una ragazzina - aveva detto - Sono sposata e ho un figlio». Poi il regista l'aveva convinta: «Questo film farà storia - le aveva risposto Michael Patrick King - Lo devi fare per i milioni di fan di Sex and the city».
Ma anche King ha fatto fatica a trasformare la serie degli anni Novanta in un film attuale. Come far invecchiare dolcemente quattro singole rampanti? Le eroine avevano dato l'addio al piccolo schermo che stavano ancora sotto gli «anta»: Miranda, l'avvocato cinico con un bambino sulle spalle, era andata a vivere nel quartiere dormitorio di Brooklyn. Samantha, la più vorace del quartetto, regina delle public relations e delle notti di sesso, era appena sopravvissuta ad un tumore. Charlotte era diventata una moglie dolcissima e Carrie sembrava pronta ad abbandonare gli uomini e le notti selvagge.
«Quelle sue follie sessuali nel film si sono molto calmate - spiega l'attrice Jessica Parker - Carrie è diventata una quarantenne sofisticata, che affronta la vita con una nuova maturità». Nel film la vedremo infatti occupata a scrivere il suo terzo libro, mentre Samantha è andata a vivere a Los Angeles, Charlotte adora il secondo marito e Miranda è ancora l'eterna infelice.
E se le protagoniste sono invecchiate e maturate, anche New York non è più la stessa della serie televisiva. «Le puntate del telefilm erano state tutte girate in una sorta di eterna primavera - sorride il regista -. Nel film invece vedrete tutte le stagioni e i nuovi locali alla moda. Non più discoteche, ma posti eleganti, adatti al mondo dei quarantenni, come il vecchio hotel Carlyle. Nel telefilm le quattro ragazze non si sarebbero mai fatte vedere tra le signore impellicciate della buona società. Ma adesso indossano anche loro tailleur di St. Laurent. E le carte di credito che venivano sfoggiate nello shopping selvaggio di jeans e sandali adesso rimangono nel portafoglio. Ci sono figli, mutui da pagare, responsabilità».