Chivu strepitoso Doni e Mexes due baluardi

ROMA
7,5 DONI. Qualche incertezza iniziale, anche se non è costretto a interventi difficili, poi nella ripresa sforna tre parate da grande portiere.
7 CASSETTI. Prende il posto di Panucci in extremis, ma non paga l’emozione. Ha il merito di concedere pochissimo spazio a Malouda e di fare una grande ripresa di contenimento.
7,5 MEXES. È il suo ritorno in Francia da avversario dopo tre anni di assenza, è la sua rivincita. Affronta la partita senza timori, determinante l’anticipo su Fred dopo quattro minuti, ma in generale non sbaglia un intervento.
8 CHIVU. Partita strepitosa per intensità, guida la difesa con grande personalità. Dal suo piede parte l’azione del primo gol. Sovrasta gli avversari in ogni pallone aereo e nel finale si becca anche una brutta gomitata in faccia.
7 TONETTO. Non sbaglia nulla. Tampona bene in difesa con l’aiuto di Chivu e al momento giusto trova l’affondo che manda in gol Totti.
7 DE ROSSI. Segna un gol valido dopo sei minuti, ma l’arbitro inspiegabilmente annulla. Riesce a rimanere concentrato sulla partita.
7 PIZARRO. Tanti numeri da funambolo, ma anche molto sacrificio. Arretra a protezione della difesa, bravo nei raddoppi. Ammonito, salterà l’andata dei quarti.
6,5 TADDEI. Meno incisivo degli altri nelle ripartenze, ma dà il suo contributo alla squadra.
7 PERROTTA. Fermato per un inesistente fuorigioco sul lancio di Cassetti, poteva andare in porta. Sfrutta al meglio tutti gli spazi lasciati dall’incerta difesa del Lione.
7,5 MANCINI. Una rete alla brasiliana, con doppio passo continuo a ubriacare Reveillere. Sempre presente nelle azioni offensive della Roma, la sua vivacità mette in imbarazzo la difesa francese (dal 44’ ST FATY SV).
7,5 TOTTI. Il gol di testa e l’assist per Mancini pesano più delle prodezze di Madrid e Valencia. Una serata in cui le sue zampate sono decisive. Si tiene alto nella ripresa per garantire profondità alla squadra.
All. SPALLETTI 7,5. Motiva al meglio la squadra, che scende in campo senza tensioni. Deve rinunciare all’esperto Panucci, ma la Roma non ne risente affatto. La stagione della Roma ha una svolta importante.
LIONE
Coupet 5,5, Reveillere 4,5 (24’ st Benzema 6), Squillaci 5, Cris 5, Abidal 6, Tiago 5, Diarra 4 (1’ st Kallstrom 6), Juninho 5,5, Govou 4,5 (1’ st Wiltord 6), Fred 4, Malouda 5,5. All. Houllier 4,5.
Arbitro: Mejuto Gonzalez (Spagna) 4.