«Chorus City», centinaia di cantanti invadono la città

Sono aperte le iscrizioni al festival di musica diffusa che avrà come protagonista la voce. Dal 21 al 24 giugno, il Comune di Milano si prepara a salutare l'arrivo dell'estate con la nuova kermesse che vedrà decine di concerti di cori nei cortili e nelle piazze della città, sulla scia del successo di Pianocity Milano

Cantanti, coristi, attenzione: è arrivato il momento di uscire dall'ombra delle sale prova, dalle cantine, dalle chiese, dalle scuole di musica per invadere con le vostre voci armoniose tutta la città. Sono aperte le iscrizioni a «Chorus City», la nuova manifestazione di musica diffusa, che aprirà il solstizio d'estate. Fervono i lavori all'assessorato alla Cultura del Comune per organizzare il prossimo festival vocale, che saluterà l'arrivo dell'estate, dal 21 al 24 giugno, con decine di cori nelle corti e nei cortili. Chiunque voglia partecipare con il proprio coro a «Chorus City» può iniziare a candidarsi inviando una e-mail all'indirizzo: assessore.boeri@comune.milano.it.
L'iniziative che aspira a diventare un aspetto originale e distintivo delle politiche culturali milanesi prende spunto dal successo di Pianocity Milano, che ha visto alternarsi per tre giorni, dall'11 al 13 maggio, oltre 180 concerti in piazze monumentali, strade simboliche, palazzi storici della città. Non solo, la kermesse è riuscita a fare breccia nella proverbiale chiusura dei milanesi, infiltrandosi addirittura nei salotti: sono stati oltre 80 gli house concert che si sono tenuti in case private. Così un pubblico di oltre 60.000 appassionati, di tutti i gusti, i tipi ed età, ha girato per tre giorni ascoltando musica classica, contemporanea, jazz, rock, esplorando o riscoprendo luoghi dimenticati, angoli nascosti, tesori inediti della nostra città.
Nel cartellone di concerti, quasi tutti gratuiti, si sono alternati concertisti professionisti, ma anche studenti e semplici amatori selezionati attraverso il sito www.pianocitymilano.it, insieme ad alcuni fra i più noti pianisti italiani e internazionali come Ludovico Einaudi, Danilo Rea, Davide Cabassi, Antonio Ballista, Bruno Canino, Michele Campanella, Enrico Intra, Andrea Rebaudengo, Roberto Cacciapaglia, Francesco Grillo. «Piano City è un nuovo concetto di musica metropolitana: una intera città per 3 giorni percorsa dalle note di centinaia di pianoforti - ha spiegato l'assessore alla Cultura Stefano Boeri -. È un format nuovo per valorizzare la creatività musicale diffusa di Milano che a giugno avrà protagoniste altre sonorità, come quella dei cori, con Chorus City».
Piccolo antipasto domenica al Teatro degli Arcimboldi, dove «I pomeriggi musicali» organizzano un concerto di Futurorchestra e del coro Song, diretto da Ennio Morricone, che eseguirà due suoi brani: il «Tema di Deborah» tratto dalla colonna sonora del film C'era una volta in America e «La metamorfosi di Violetta».