Chucho Valdes al Blue Note Il pianista Cables a Bollate

Franco Fayenz

Dopo i concerti di Joe Zawinul e dopo aver festeggiato ieri il suo terzo compleanno, il Blue Note propone un’altra settimana di alto livello: da domani a sabato 25 marzo ritorna il pianista cubano Chucho Valdes (ore 21 e 23.30) in quintetto con Mayra Valdes Rodriguez voce, Carlos Emilio Morales Tabares chitarra, Juan Carlos Rojas Castro batteria e Yaroldy Abrau Robles percussioni: lo spettacolo nel senso migliore del termine è assicurato. Molta attesa c’è anche per l’unico concerto, alle 21 di domenica 26, del giovanissimo pianista Eldar, 19 anni compiuti il 28 gennaio, nativo del Kirghizistan ma residente in California. Si chiama per l’anagrafe Eldar Djangirov: è un fenomeno musicale che si può ascoltare in un cd a suo nome per la Sony, segnalato dal Giornale nello scorso dicembre. Si presenta in trio con Marco Panascia al contrabbasso e Michael Todd Strait alla batteria.
Il Bollate Jazz Meeting annuncia per giovedì 23 alle 21.30, presso l’Auditorium Don Bosco di Bollate, un concerto del pianista George Cables, uno dei più raffinati del jazz moderno, assistito da John Webber contrabbasso, Billy Drummond batteria, e da Piero Odorici sax tenore ospite.
Buon jazz si ascolta alla Salumeria della Musica (via Pasinetti 2, ore 22) da martedì a giovedì. Sono di scena il gruppo Thrust dei fratelli Ragonese, Paolo Jannacci in quartetto e Laura Fedele in trio. Sabato 25 alle 17.30 c’è festa grande all’Auditorio di Porta Vittoria 43. Ritorna a suonare in pubblico per l’Atelier Musicale il contrabbassista e compositore Giorgio Azzolini, uno dei fondatori del jazz italiano, assente da tre anni per un incidente. Con lui si esibiscono Guido Bombardieri sassofoni, Claudio Angeleri pianoforte e Tony Arco batteria.