Ci siamo arrivati

Esercitazione per l’esame di giornalismo. Il candidato legga quanto segue:
a) Riforma fiscale, migliore distribuzione del carico tributario, riduzione dell’evasione.
b) Anagrafe tributaria e patrimoniale con progetto di un Servizio ispettivo centrale (Sis) che gestisca un archivio elettronico con tutti i dati sulle proprietà, i denari, i beni del cittadino e di tutti i suoi parenti e amici.
Sicché sarà il pubblico dipendente, per esempio, a dover dimostrare che le sue rendite dichiarate siano compatibili col suo stile di vita: «Non si deve aspettare più che costui venga scoperto con le mani nel sacco. Non c’è più bisogno che sia provata la sua corruzione. È sufficiente che egli abbia un tenore di vita o un patrimonio di cui non sappia dare esaurienti giustificazioni. Si obietterà che rappresenterebbe un arretramento rispetto al principio della prova... Invece no. La prova da acquisire è l’essere in possesso di beni e patrimoni».
Il candidato, alla luce di quanto letto, ha settanta minuti di tempo se stabilire se trattasi: 1) del pacchetto Visco per la lotta all’evasione fiscale, anno 2006; 2) del «progetto strategico» di Antonio Di Pietro anno 1994, reso noto dalla procura di Brescia nel 1996.