Ci siamo tolti un peso

Certo, è già chiaro che queste Olimpiadi non cambieranno le cose: alla fine - come sempre - sarete e saremo accusati che di certi sport ne parliamo solo ogni 4 anni. Quando ci fa comodo. Come del sollevamento pesi, ad esempio, disciplina che agita le folle in altri Paesi ma che in Italia serve solo a riempire il medagliere. Poi capita che le cose vadano male e che Genny Caterina Pagliaro, alla vigilia stellina dei Giochi, scenda dalla pedana senza aver sollevato il bilanciere e con il trucco sciolto dalle lacrime. Càpita, per carità, non se ne dovrebbe fare un dramma: se ne può parlare, anzi no. Perché la nostra Pagliaro, dopo aver fatto aspettare i giornalisti un’oretta per smaltire la rabbia, è uscita dagli spogliatoi e - neanche fossimo nelle famigerate mix-zone degli stadi di calcio - ha detto proprio così: «No, non parlo». Lo ha fatto qualche ora dopo, però ormai era troppo tardi: «Pensavo di poter vincere il bronzo, però mi ha preso il panico». Coraggio Genny, visto che è stato così difficile questa volta ci siamo tolti un peso. Promesso: non ne parleremo soltanto tra 4 anni. Non ne parleremo proprio più.