«Ci vuole la lista unica dei moderati»

Caro Direttore, al rientro dalle ferie voglio fare il primo commento a caldo.
Non so se l'abbinamento di cronaca Genova Milano sia definitivo comunque lo ritengo interessante. Dello stesso parere , ho rilevato in vacanza, sono altri amici sia di Genova che di Milano.
Ho seguito con interesse il «chiacchierare sul Giornale» sull'unificazione dei «simboli» o «lista unica» o «altre idee in questo senso» per le prossime elezioni.
Credo di aver per primo fatto una proposta molto concreta.
Una lista unica «politicamente ben definita» appoggiata ufficialmente da tutti i partiti moderati della C.d.l (quindi non lista civica secondo l'interpretazione che spesso si da a questo tipo di lista) in tutte e nove le Circoscrizioni o Municipalità.
Da subito quindi nove Candidati Presidenti scelti e concordati da tutti i Patiti, insieme a tutti i candidati ai Consigli stessi. Nelle Circoscrizioni conta più di ogni altra cosa il rapporto diretto dei candidati con i cittadini e i riferimenti politici sono molto più sfumati. Obbiettivo vincere in più Circoscrizioni possibile e guadagnare un nuovo rapporto con il «territorio» e spiazzare gli «avversari» e le loro divisioni.
Non voglio anteporre «cosa abbiamo da perdere» a tutti gli altri aspetti che ritengo positivi in questa proposta ma non posso però dimenticare che oggi la C.d.l è in maggioranza in una Circoscrizione su Nove e mi sembra molto poco.
Per il Comune e per la Provincia i tempi sono prematuri. Il rapporto tra candidati e cittadini è importante ma i riferimenti politici e di schieramento sono molto più sentiti.
Potrebbe essere un rischio troppo grande. In questo caso proponiamo aggregazioni politiche e di lista quale quella di Repubblicani e Liberali come una prima e importante tappa per evitare dispersioni di voto.
Da subito però la scelta unanime del Candidato Sindaco e del candidato Presidente della Provincia senza immaginare più candidature e solo una scelta di unità al ballottaggio. Questa sarebbe «pazzia».
Chi ci sta ci sta, chi non ci sta è fuori. Questo dovrebbe essere chiaro a tutti.
Grazie
*Momento Liberale