Cia-gate, Rove sarà prosciolto

Washington. Nessuna incriminazione per Karl Rove. Il consigliere del presidente americano George W. Bush esce senza macchia dal Ciagate, lo scandalo sulla fuga di notizie sull'identità dell'agente della Cia, Valery Plame. Il nome della Plame era stato diffuso dall'Amministrazione per punire il marito, un diplomatico, che aveva smontato le ragioni utilizzate dalla Casa Bianca per giustificare l'intervento in Irak. Lo ha annunciato ieri il legale di Rove, Robert Luskin. Fino a ora, l'unico esponente dell'Amministrazione a essere accusato formalmente in relazione allo scandalo è stato, lo scorso autunno, Lewis Libby, l'ex capo di gabinetto del vicepresidente Dick Cheney.