Ciad, nelle strade della capitale centinaia di morti

N’Djamena. Centinaia di civili sono stati uccisi nei combattimenti dei giorni scorsi tra forze regolari e ribelli nella capitale dello Stato africano del Ciad. I responsabili della Croce rossa locale non hanno saputo precisare il bilancio esatto delle vittime degli scontri dello scorso fine settimana a N’Djamena, ma hanno dichiarato che sono morti «centinaia di civili», la maggior parte per ferite da arma da fuoco. I funzionari della Croce rossa hanno attraversato ieri la capitale per portare soccorso ai feriti.
Ieri mattina la Croce rossa internazionale ha riferito di un migliaio di feriti e di 30mila persone in fuga verso il confinante Camerun. I soldati del Ciad hanno però bloccato il flusso, chiudendo i due ponti sul fiume Chari e costringendo i civili impauriti a tornare sui propri passi.