Ciaramelle, cori e zampogne per cantare il Natale di briganti e pastori

Una scia di stelle musicali parte dai Monti Lepini e arriva all’Auditorium. Dal 26 al 30 dicembre cinque concerti di musica popolare da Roccasecca a Gorga, mentre dal 3 al 6 gennaio l’Auditorium sarà animato dall’Orchestra Popolare Italiana di Ambrogio Sparagna e dai suoi ospiti prestigiosi. Sul palco della sala Sinopoli saliranno infatti Ron (il 3 gennaio), Peppe Servillo (3, 4 e 5), Patrizia Laquidara (5) e il sassofonista Javier Girotto (6). In repertorio brani provenienti da varie regioni italiane, con particolare attenzione all’area del nord. Sparagna ha invitato Maria Moramarco, inteprete del repertorio delle Murge, Gabriella Gabrielli, specializzata nei repertori friulani e istriani, e Dario Marusic, interprete della minoranza di lingua italiana-istriana e dalmata. Sul palco con l’Orchestra ci sarà anche Orlando Mascia, virtuoso di launeddas, strumento tradizionale sardo. Nel frattempo, è appena stato pubblicato il disco che racconta il concerto di un anno fa, con Peppe Servillo, Fausto Mesolella, Mimmo Ciaramella e Simone Cristicchi, tutti alle prese con canti della tradizione popolare. Tornando ai concerti del Natale imminente, si parte il 26 da Roccasecca dei Volsci. La chiesa di Santa Maria Assunta, alle 18, ospiterà l’esibizione del gruppo «Sermoneta Nova» e della compagnia «Matutateatro» di Sezze. Sabato 27 ci si sposta a Sermoneta, nella chiesa di San Tommaso d’Aquino. Alle 18.30 sarà in scena il coro polifonico «Collegium Musicum Signinum» di Segni, seguito da uno spettacolo sulla tradizione musicale della Sabina, a opera di Raffaello Simeoni, Clara Graziano e Valentina Ferraiuolo. Il 28 la chiesa di San Pietro Apostolo, a Montelanico, vedrà in scena il coro polifonico «Lumina Vocis» di Cori e il Mimmo Epifani Trio. Lunedì 29, alle 21, il coro polifonico «Domenico Stella» di Carpineto e il gruppo «Calamus» animeranno la chiesa della Santissima Annunziata. Il tour dei monti Lepini si concluderà a Gorga, martedì 30, con un concerto nella chiesa di San Michele Arcangelo. Apertura affidata al coro polifonico «Teofilo De Angelis» di Artena, seguito dai Musicanti del Basso Lazio, alle prese con i «canti briganti» di Natale. Tutti i concerti dal 26 al 30 saranno rigorosamente gratuiti.