Ciccolella: più «flottante» con Bim e Meliorbanca

da Milano

Ciccolella ha depositato la domanda di autorizzazione alla pubblicazione del prospetto informativo relativo al conferimento delle azioni di Ciccolella Holding. Lo si legge in una nota del gruppo florovivaistico in cui si ricorda anche che è stato dato mandato a Banca Intermobiliare di investimenti e gestioni e a Meliorbanca per procedere alla cessione delle azioni attualmente detenute (97,254%) attraverso la vendita in Borsa, ai blocchi o a investitori istituzionali e ricostituire così il flottante in Borsa, che attualmente corrisponde solo al 3,902 per cento. Nel 2006, quando la società fu acquisita Cucirini e Cantoni, in Borsa circolavano 12 milioni di titoli (72% in portafoglio alla famiglia e il 28% sul mercato). A fine luglio con il conferimento di Ciccolella Holding vengono emesse 168 milioni di nuove azioni e il flottante scende al 2% circa. «Stiamo già lavorando alla ricostituzione, c’è un mandato a Bim per operare in questo senso e per prima cosa verranno immessi gli 8 milioni di titoli già disponibili - aveva preannunciato a inizio ottobre Corrado Ciccolella, presidente e amministratore delegato del gruppo - poi, alla pubblicazione del prospetto informativo relativo al conferimento di Ch, saranno negoziabili anche le nuove azioni». Il Gruppo ha attualmente a disposizione circa 45 ettari di serre e può contare su 500 dipendenti. In un anno produce circa 15 milioni di steli di rose.