Ciclismo, ai mondiali di Varese già aperto un fascicolo doping

Per non sbagliare, la Procura di Varese ha già aperto un fascicolo in bianco contro ignoti, per atti relativi al doping che potrebbero verificarsi in occasione dei prossimi Mondiali di Varese (dal 23 al 28 settembre). Senza ipotesi di reato, né quindi iscrivendo alcun nome nel registro degli indagati. «Nessuna criminalizzazione preventiva – spiega a La Provincia di Varese il procuratore Maurizio Grigo -. Tuttavia è bene cautelarsi, nel caso dovesse presentarsi il problema». E il problema si potrebbe presentare anche con quegli atleti che sono in sostanza «sub-judice», come Alejandro Valverde, che non ha mai chiarito la sua posizione in merito all’«Operacion Puerto» e il Tas, il Tribunale dell’Arbitrato Sportivo di Losanna, a luglio gli ha dato sei mesi di tempo per produrre elementi in sua difesa. Intanto Marta Bastianelli è stata deferita ieri dalla Procura Antidoping con una richiesta di 2 anni di squalifica.