Ciclisti e divieti, il Centro est accusa Tursi

L’Ami: «Da venerdì saremo tolleranti»

(...) Siri, appena rieletto alla guida del Centro est, l’ha spiegato in una nota ufficiale. «Il mio Municipio esprime rammarico per non essere stato doverosamente e tempestivamente informato delle decisioni prese a suo tempo dal Comune. Siamo partecipi del forte disagio che i cittadini subiranno e chiediamo una moratoria per tutte le situazioni in cui si potesse verificare una violazione dell’ordinanza, sempreché non creino danno ad altri».
Il problema è il divieto di sosta in tutte le strade attraversate dalla corsa dalla mezzanotte di sabato 30 giugno alle 20 di domenica primo luglio. I cittadini hanno trovato l’avviso appeso in strada o sotto casa. «I ciclisti attraverseranno mezza città. Dove dobbiamo mettere l’auto, se tutti saranno alla ricerca di un posto? Perché l’Ami non ci consente di lasciarla gratis nei grandi parcheggi coperti del centro?» si chiede un gruppo di lettori di corso Carbonara.
L’azienda che per conto del Comune si occupa di sosta e mobilità ricorda che la gara si svolge di domenica, giorno in cui si può posteggiare l’auto anche in zone diverse da quella indicata nel proprio contrassegno. «E visto che il divieto scatta in molte vie, saremo tolleranti nelle due giornate che precedono la gara ciclistica». In altre parole, si potrà posteggiare l’auto in una zona diverse dalla propria anche venerdì e sabato. «Chi, ad esempio, dovrebbe farlo nella zona G potrà farlo eccezionalmente anche nella zona H. In questo modo tutti potranno trovare un posteggio per tempo, senza aspettare l’ultimo minuto - spiega l’Ami, rispondendo così alla domanda di tolleranza di Siri-. I posteggi convenzionati? Non ha senso predisporli perché la gara si svolge domenica, quando si può posteggiare ovunque».
Domenica sono due le gare in programma. La più importante, quella dei professionisti, parte alle 10 da via XX Settembre. I corridori, una volta usciti da Genova, percorreranno 102 chilometri attraverso la Valpolcevera e Valle Scrivia, poi torneranno in città per compiere dieci volte un circuito cittadino di 14 chilometri che va dal centro verso Levante attraversando la circonvallazione a monte, la Foce e Albaro.
Alle 8 partirà un'altra gara, la Pedalata tricolore, sempre da via XX Settembre. Simile il percorso, con un primo tratto nelle due valli seguito da un circuito cittadino.
La Settimana tricolore, organizzata dall’Unione sportiva Pontedecimo e da altre cinque società, si svolge fra la Liguria e il Piemonte. La prima gara è fissata per martedì a Novi Ligure. Si proseguirà mercoledì a Diano Marina, giovedì a Varazze, venerdì a Bolano, sabato 30 a Diano Marina. E domenica primo luglio il gran finale, a Genova.