Il ciclone Palermo su Conso I pm: «Mente sul 41 bis ai boss»

Il ciclone della trattativa Stato-mafia travolge anche l’ex ministro di Giustizia Giovanni Conso (nella foto). I pm di Palermo lo accusano di essere un bugiardo. Gli contestano, infatti, di avere dato false informazioni a proposito della decisione di revocare il regime di carcere duro a 373 mafiosi nel ’93. Conso sostiene di avere agito «in solitudine», per i pm mente. Di qui l’indagine. «Sono curioso di sapere di cosa mi si accusa», ha commentato l’ex ministro. L’inchiesta sta per chiudersi. Ironia della sorte con Conso, illustre giurista, è stato iscritto anche il pentito pluriassassino Giovanni Brusca. Qualche giorno fa era toccato all’ex ministro dell’Interno Nicola Mancino.
Commenti

cicero08

Gio, 14/06/2012 - 09:10

Questi sono gli stessi magistrati che hanno incriminato Dell'Utri ma anche Andreotti: Bi dice niente?

Ritratto di marforio

marforio

Gio, 14/06/2012 - 09:10

Questo e gia rimbambito. Dovrebbe sapere che ha fatto piu danno lui che la mafia la quale ringrazia.

roberto.morici

Gio, 14/06/2012 - 10:48

Gira e rigira, non è che si nutri la speranza che l'ex Ministro Conso ammetta di avere agito per ordine dei...futuri governi Brelusconi? Mica vogliamo mettere in mezzo Scalfaro e, non sia mai, il buon nonno Carloazegliociampi...

bruna.amorosi

Gio, 14/06/2012 - 10:54

ma tu guarda adesso stai a vedere che BERLUSCONI non c'entra proprio nulla è? però nel fratempo hanno aspettato che SCALFARO morisse che questo CONSO tira le quoia e NAPOLITANO faccia il pesce in barile .e........forse finalmente?????????? sapremo qualcosa di vero del passato sporco dei gli ek capi di stato ITALIANO .