Cieli vietati, cortei e strade blindate

L’incontro di Bush con la Comunità di Sant’Egidio si farà. Il Comitato provinciale per l’ordine pubblico e la sicurezza ieri ha dato via libera alla tappa del presidente Usa a Trastevere. Il cielo di Roma sarà interdetto ai voli commerciali e turistici mezz’ora prima e mezz’ora dopo l’arrivo e la partenza di Bush. Lo stop ai voli a vista, sarà invece di 2 ore. Sabato resterà chiusa fino alle 17 la Galleria Alberto Sordi, in concomitanza con la visita a Palazzo Chigi. Dalle 2 alle 14, invece, vietato parcheggiare vicino Sant’Egidio. Queste le misure di sicurezza decise dal Comitato a Palazzo Valentini.
L’Air Force One presidenziale arriverà a Fiumicino alle 22 di venerdì. Il programma prevede sabato alle 10 la visita di Bush al Quirinale e alle 11 l’incontro in Vaticano con Benedetto XVI. Subito dopo, alle 12,30, il capo della Casa Bianca si recherà alla Basilica di Santa Maria in Trastevere e alla Comunità di Sant’Egidio. Poi si vedrà con Prodi a Palazzo Chigi. Sull’incontro con Silvio Berlusconi il prefetto Serra ha dichiarato di non sapere nulla ufficialmente: «La cosa non riguarda l’ordine pubblico, perché da quanto apprendiamo sarà Berlusconi ad andare a Villa Taverna».
Il dispositivo di sicurezza, secondo fonti ufficiose, comprende non meno di 10mila uomini fra carabinieri, polizia e guardia di finanza. I percorsi del corteo di Bush non verranno resi noti in anticipo per motivi di sicurezza. Il dedalo delle strade di Trastevere, in particolare, non è fatto per far dormire sonni tranquilli agli uomini della scorta del presidente Usa, ma è stato lo stesso George W. Bush ad insistere: la visita a Sant’Egidio si farà. Già da ieri mezza Trastevere è blindata. Perquisiti dalla polizia bar, negozi e case. Agenti di guardia stazionano sui tetti contro il rischio attentati. Controllati a tappeto i tombini.
Serra per sabato ha anche disposto la chiusura anticipata delle scuole. Attivato per tutte le 36 ore della visita di George Bush il Tavolo di difesa civile, quello che interviene in caso di atti terroristici. Previste, poi, 50 ambulanze straordinarie e 5 postazioni in più dei vigili del fuoco. Stato di allerta in tutti gli ospedali. Dopo i duri scontri di domenica al G8, a Rostock, fra polizia e attivisti no-war, l’antiterrorismo è in allarme anche per la visita del presidente Usa a Roma. Roma sarà teatro di due manifestazioni anti-Bush. La prima dalle 15,30 fino a tarda sera a piazza del Popolo, con Rc, Pdci e Sd. La seconda, organizzata dal comitato 9 giugno, che conta di raccogliere 100mila persone, prevede un corteo da piazza Esedra lungo i Fori Imperiali e piazza Venezia fino a piazza Navona. Con non meglio precisate dimostrazioni «pacifiche» durante il corteo.