Cifarelli va alle Scimmie Chiude il Brianza Open

Franco Fayenz

La concorrenza dei grandi festival nazionali in corso non preoccupa più di tanto i club milanesi. Il Blue Note (via Borsieri 37), dopo aver ospitato nella scorsa settimana Monty Alexander e lo straordinario Avishai Cohen, cede domani e dopodomani il palcoscenico a Chris Potter, il migliore virtuoso americano di sax tenore rivelatosi all’inizio degli anni Novanta. Potter esegue i set consueti alle 21 e alle 23.30 e si presenta in quartetto con Craig Taborn piano elettrico, Adam Rodgers chitarra e Nate Smith batteria. Giovedì 13 ritorna, atteso e gradito, il pianista e compositore Ramsey Lewis.
Da oggi a venerdì 14 si può andare ogni sera (ore 19-20 e 22-24) anche al Jazz Days presso l’Hotel Principe di Savoia, dove tengono concerto, nell’ordine, Alberto Barattini pianoforte solo, Marco Detto, Mario Rusca in trio con Lucio Terzano e Tony Arco, ancora Marco Detto e infine Davide Cortini.
Le Scimmie (via Ascanio Sforza 49, concerti alle 20.30 e alle 22) continuano l’attività nel barcone sul Naviglio Pavese e nella sala da concerto. Da segnalare, domani sera, il trio Gianluca Di Ienno e il chitarrista Gigi Cifarelli; giovedì il quartetto della cantante Simona Parrinello e venerdì il quartetto di un’altra bella voce, quella di Samantha Iorio.
Dopo un mese di concerti, termina il Brianza Open Jazz Festival, itinerante nell’area a nord di Milano. Ultimi recital venerdì 14 a Villasanta (ore 21.30) con il quartetto del clarinettista Mauro Negri impegnato in un omaggio a Ellington; sabato 15 a Besana Brianza suona il quintetto del pianista Marco Detto; domenica 16 la conclusione, a Vedano al Lambro, è affidata al quintetto del sassofonista Andrea Ayassot. Nella stessa sera ha inizio Iseo Jazz 2006.