Le cifre I documenti inviati dall’Italia sono 3.012

La sede diplomatica americana in Italia non è tra le più attive nell’invio di documenti negli Stati Uniti. Lo rivela El Pais, che ha già stilato una speciale classifica, dove l’Italia si piazza solo al sedicesimo posto. Sempre secondo il quotidiano spagnolo sono 3.012 i file inviati dalla diplomazia americana in Italia e «catturati» da Wikileaks. Pochi, rispetto alla quantità di materiale inviata dalle zone più calde. Secondo la mappa stilata dal quotidiano spagnolo e intitolata «Intercambio dei documenti e zone calde del pianeta» al primo posto c’è l’ambasciata Usa ad Ankara, con 7.918 documenti. Numero due è la sede diplomatica di Baghdad, con 6.677 file. Al terzo posto l’ambasciata americana di Tokyo, con 5.697 documenti.