Cile alle urne: in testa candidata socialista ma si va al ballottaggio

Santiago. Si andrà al ballottaggio alle presidenziali del Cile. Il 15 gennaio, la candidata socialista Michelle Bachelet dovrà misurarsi con il leader di Rinnovamento nazionale (Rn, centro-destra), Sebastian Pinera. In caso di vittoria sarà la prima donna ad entrare da presidente nel Palazzo della Moneda. È stata Radio Bio Bio a fornire una proiezione nazionale riguardante il risultato per le presidenziali. La terza, considerata definitiva, assegna alla Bachelet il 45,9% dei voti e a Pinera il 25,7%. L'altro candidato della Alleanza per il Cile, Joaquin Lavin (Udi), raccoglie il 23% ed il leader della sinistra radicale di Uniti Possiamo di Più, Tomas Hirsch, il 5,4%. Subito dopo la diffusione dei primi dati i vertici di Rn e Udi, che insieme formano l'Alleanza per il Cile, si sono riuniti per studiare il risultato e le prospettive del ballottaggio, tenendo conto che è molta la strada per recuperare l'intesa fra due forze politiche che nel 1999 arrivarono ad un soffio dal successo alle presidenziali vinte poi da Ricardo Lagos. Il quale, presidente uscente, è stato molto applaudito al momento del suo arrivo al seggio.