Cile Archeologi trovano l’accampamento di Robinson Crusoe

Robinson Crusoe esisteva davvero. Uno scavo archeologico nell’isola cilena di Aguas Buenas ha trovato i resti del suo accampamento, che corrispondono a quello descritto dallo scrittore Daniel Defoe. Il personaggio descritto nel libro è ispirato alla storia raccontata da Alexander Selkirk, un navigatore che naufragò nell’isola, che oggi si chiama Robinson Crusoe, nel 1704, e fu trovato 5 anni più tardi dal capitano Woodes Rogers. Gli archeologi guidati da David Caldwell del National Museum of Scotland hanno effettuato degli scavi nell’isola, trovando resti che hanno permesso di ricostruire come ha vissuto il naufrago. È stato trovato un pezzo di rame che faceva parte di un sestante ed è stato possibile ricostruire l’accampamento di “Crusoe”: Selkirk aveva costruito due capanne in prossimità di un ruscello, in un punto da cui poteva vedere un’ampia porzione di mare da cui potevano arrivare i soccorsi.