Ciliegie «per la vita» in piazza San Babila

Mezzo chilo di frutta a 5 euro per i bimbi malati

Mezzo chilo di ciliegie di Vignola per aiutare i bimbi affetti da malattie reumatiche. Domenica, acquistando a 5 euro una confezione di frutta si potrà dare un sostegno concreto all’Amri (Associazione malattie reumatiche infantili), che dal 1992 si occupa dei piccoli affetti da queste patologie. Nella cornice di Piazza San Babila sarà allestito lo stand di «Una ciliegia per la vita», l’iniziativa promossa dal sindacato dettaglianti ortofrutticoli della provincia in collaborazione con il consorzio della ciliegia di Vignola.
«Prima di essere commercianti siamo uomini e cittadini - spiega Dino Abbascià, presidente del sindacato -. Sosteniamo questa associazione perché conosciamo il problema: uno dei nostri giovani colleghi soffre di questa malattia». Obiettivo della manifestazione è avvicinare la gente a un mondo ancora in gran parte sconosciuto. «Scendere in strada è molto importante - conferma Roberto Predolin, assessore comunale al Commercio - perché solo così è possibile percepire i reali problemi delle altre persone». L’Amri, associazione formata da genitori e medici, aiuta i bimbi e le loro famiglie offrendo sostegno psicologico ed economico. A Genova, ad esempio, mette a disposizione due appartamenti ammobiliati per i pazienti dell’ospedale Gaslini. «L’artrite reumatoide infantile rappresenta una delle maggiori cause di disabilità in età pediatrica - spiega Angelo Ravelli, dirigente medico del Gaslini -. Si tratta di una patologia cronica che compromette in modo irreversibile le articolazioni e gli organi interni. Colpisce un bambino su mille. I pazienti hanno bisogno di cure continue e medicinali molto costosi». Per sostenere l’iniziativa, sono stati scelti due testimonial d’eccezione: Cesare Cadeo e Valeria Monetti (l’attrice lanciata da Amici).
\