Cimice sul treno, ma è falso allarme

«Permesso, c’è posto?». Eccome; la cimice, ormai, sui vagoni di Trenitalia è la benvenuta. Solitamente si accomoda vicino ai passeggeri ignari del pericolo che corrono: una puntura che può lasciare al malcapitato di turno segni anche duraturi. Ma, questa storia della cimice, piccolo animaletto che assomiglia un po’ alla pulce un po’ alla zecca, è soprattutto diventata di moda. Anche perchè i casi si moltiplicano con il passare dei giorni. Ma nell’episodio avvenuto ieri, il poliziotto che ha sentito cadere l’insetto sulla sua testa mentre percorreva il tragitto da Ventimiglia a Sestri Levante, è stato tratto in inganno. Era un'innocua cimice verde delle piante infatti l'insetto scoperto su un treno regionale in Liguria. Lo ha stabilito la Polfer di Genova, che ha subito avviato accertamenti sull'episodio dopo che lo stesso poliziotto aveva dato l’allarme, chiedendo di fermare immediatamente il treno.
Dopo i recenti casi di parassiti, in ultimo quello che venerdì aveva obbligato a far sbarcare proprio a Genova i passeggeri diretti a Napoli, insomma, adesso è pronto a scattare l’allarme.