Un cimitero per Fido e Micio in ogni Comune della Liguria

Anche in Liguria, in ogni Comune, dovrà essere previsto un cimitero per animali da affezione: la proposta è dei capigruppo del Popolo della libertà e della Lega Nord in Regione, primo firmatario il capogruppo di Alleanza nazionale, Gianni Plinio, che hanno presentato un’apposita iniziativa di legge regionale.
«L’obiettivo della legge - spiega in particolare Plinio - è quello di colmare un vuoto che ha portato in Italia alla disorganica realizzazione di aree cimiteriali private. È opportuno, invece, come già avviene in altri Paesi europei avanzati, normare la materia anche per corrispondere alle sollecitazioni dei tantissimi che riconoscono agli animali un grande valore affettivo oltreché un importante ruolo nella pet-therapy», la terapia che si avvale della fedele «assistenza» di animali domestici. La Liguria, fra l’altro, ha un’alta «densità» di popolazione canina e felina, anche per i molti anziani residenti che trovano in un cane o un gatto motivi di conforto e compagnia.
Plinio aggiunge inoltre che, a distanza di sei mesi dall’approvazione della legge, la Regione dovrà dotarsi di un regolamento attuativo «mentre spetterà ai Comuni liguri, che intendono istituire cimiteri per animali, individuarne i siti». Dovranno essere, infatti, le amministrazioni comunali a indicare e mettere a disposizioni piccole aree inutilizzate per consentire la sepoltura. Il provvedimento, in ogni caso, non comporta oneri a carico del bilancio regionale.
In questo senso - conclude Plinio, anche a nome dei colleghi che hanno sostenuto la proposta - la Lombardia dispone già di una norma analoga, e il Consiglio regionale della Basilicata ha approvato di recente un analogo testo all’unanimità. I tempi di approvazione della norma dovrebbero essere quindi «molto brevi, dell’ordine di poche settimane, vista la generale condivisione della proposta, a livello trasversale, anche in Liguria».