Dalla Cina agli Usa poster e propaganda

«Revolutionary Tides. The Art of the Political Poster, 1914-1989» è il titolo della mostra (organizzata da Cantor Arts Center, Hoover Institution, Stanford Humanities Lab, Wolfsonian-Florida International University) in programma dal 14 settembre al 31 dicembre 2005 al Cantor Arts Center della Stanford University e dal 24 febbraio al 25 giugno 2006 alla Wolfsonian-Florida International University, Miami Beach. Il catalogo, in uscita a ottobre anche nella versione in italiano, è edito da Skira (Jeffrey T. Schnapp, Revolutionary Tides. The Art of the Political Poster, 1914-1989, pagg. 158, dollari 45). Curata da Jeffrey T. Schnapp (docente di Letterature comparate alla Stanford University, uno studioso specializzato nella storia culturale italiana ed europea), la mostra è organizzata intorno a diversi temi - come si è riusciti a rendere efficacemente in immagini il concetto astratto del nuovo ruolo della folla nel Novecento? Con quali strumenti si è suggerita l’idea della folla come unico corpo collettivo? - che occupano l’immaginario politico non solo dei totalitarismi del secolo (fascismo, nazismo e stalinismo), ma anche dell’America di Woodrow Wilson, della Cina di Mao, dell’Iran di Khomeini, dei polacchi di Solidarnosc e di molti altri movimenti politici sorti dall’Europa al Sudamerica.