Cina, approvata legge sulla proprietà privata

Pechino - Svolta storica in Cina. I tempi sono maturi per una votazione della legge sulla proprietà all'Assemblea Nazionale del Popolo. I deputati cinesi hanno approvato, oggi, a larghissima maggioranza, la legge che riconosce il diritto alla proprietà privata ed equipara la sua protezione a quella della proprietà pubblica e collettiva. Sui 2.888 legislatori presenti al voto, si sono espressi a favore della legge, in discussione da 13 anni e approdata l'8 marzo scorso alla sessione plenaria del Parlamento, 2.799 parlamentari, 37 sono stati gli astenuti e 52 i contrari. Il provvedimento adottato stabilisce che "la proprietà dello stato, collettiva e individuale è protetta dalla legge e nessuno può violarla". Dalla norma resta esclusa la terra, che rimane proprietà collettiva.