In Cina una «città paradiso» che ricorda la nostra Venezia

«In cielo c'è il paradiso, sulla terra c'è Suzhou» recitava una frase ai tempi di Marco Polo. E Xu Ping Huang è d'accordo: «In questa città ci sono ville bellissime, con immensi giardini pieni di bonsai». Situata lungo la riva del Fiume Azzurro, nella provincia del Jangsu, è stata definita la Venezia dell'Oriente. Xu Ping ama molto anche Hangzhou, pochi chilometri a sud di Shanghai e seconda «città paradiso» della Cina, con l'enorme lago artificiale, lo Xi-Hu, meta preferita dei fine-settimana cinesi: «È un po' il nostro Lago di Como», dice. Le delizie gastronomiche, però, meglio andarle a cercare a Pechino: «Ci sono ristoranti storici dove cucinano una favolosa anatra alla pechinese. Da provare Quanyude».