In Cina col fondo Mandarin capital

Sanpaolo Imi

Il Sanpaolo Imi si è fatto promotore di un fondo di private equity focalizzato su operazioni transfrontaliere tra Europa (Italia in particolare) e Repubblica popolare cinese. Il fondo in via di istituzione, secondo quanto risulta a Radiocor, si chiama Mandarin capital partners e si propone di raccogliere oltre 150 milioni: una quota del 30% sarà sottoscritta direttamente dal Sanpaolo Imi. Un ammontare analogo verrà da una o due primarie istituzioni finanziarie cinesi, mentre il resto andrà a investitori istituzionali italiani, europei ed asiatici. La prima chiusura del fondo e l'avvio della fase di investimento sono previsti a fine estate. Promotore del fondo, insieme al Sanpaolo Imi, un gruppo di operatori italiani e cinesi con forti relazioni istituzionali e di affari in Cina, tra cui la Sourcing solutions limited (Ssg) di Alberto Forchielli, società di outsourcing verso la Cina con uffici a Shanghai, Shenzen, Hong Kong oltre che Torino e Bologna.