La Cina fa le scarpe all’Europa

Le scarpe «made in China» invadono l'Europa e in Italia scatta l'allarme rosso: a rischio solo quest'anno ci sono 30-40.000 posti di lavoro, che vanno ad aggiungersi agli ottomila già persi nel 2004. Se le cose andranno avanti così, l'industria calzaturiera italiana potrebbe perdere nel 2005 il 30-40% della produzione di calzature in pelle, il comparto di punta dell'Italia. «È allarme rosso per l'import di calzature dalla Cina. La situazione è drammatica per questo comparto vitale per il made in Italy», afferma il vice ministro delle Attività produttive Adolfo Urso. In base ai dati della Commissione europea, le importazioni di scarpe cinesi in Europa sono balzate del 700%. Solo in Italia, da gennaio ad aprile sono arrivati 161,9 milioni di paia di scarpe made in China, con un incremento del 580% in volume rispetto all'anno precedente e del 433% in valore.