Cina, i giovani si drogano per giocare a carte tutta la notte

A Shanghai i giocatori si imbottiscono di ketamina e cocaina vengono usate per affrontare le lunghe partite di mahjong (gioca da tavolo con tessere) o di carte. Secondo il Comune sono il 77% degli under 35

L' abuso di droga da parte di cittadini di mezza età è diventato un «problema» a Shanghai, dove sostanze come la ketamina e la cocaina vengono usate per affrontare le lunghe partite di mahjong (gioca da tavolo con tessere) o di carte, che spesso durano tutta la notte. Lo ha dichiarato al quotidiano China Daily Zheng Yuqing, portavoce della Commissione Anti-Droga della metropoli cinese. L'abuso di stupefacenti da parte dei cittadini tra i 40 ed i 60 anni di età, ha precisato il portavoce, ha subito un «aumento significativo» l'anno scorso. «La maggior parte delle vittime sono disoccupati o pensionati che hanno molto tempo libero... spesso non sono molto colti e non si rendono conto dei danni che provoca l' assunzione di droghe», ha aggiunto. La droga, sempre secondo il portavoce della Commissione, viene consumata in genere nelle sale per il gioco a carte, e l'assunzione è favorita dal fatto che i giocatori «sono amici che si frequentano da anni». Zheng non ha fatto cifre, limitandosi ad annunciare che nel 2009 la polizia di Shanghai «ha scoperto numerosi casi» nei quali persone di età avanzata hanno fatto consumo delle droghe, usate in genere dai giovani per la maratone di ballo nelle discoteche. Secondo le statistiche della Municipalità di Shanghai, l'anno scorso i giovani al di sotto dei 35 anni di età erano il 59,7% dei consumatori di droga di Shanghai, mentre nel 2001 la stessa percentuale era del 77 per cento.