Cina, latte: anche quello liquido è contaminato

Si allarga lo scandalo del latte contaminato con la melamina, la stessa sostanza tossica <strong><a href="/a.pic1?ID=291245">trovata nel latte in polvere</a></strong> che ha provocato l'intossicazione di 6mila duecento bambini. Coinvolte le tre principali latterie cinesi

Pechino - Lo scandalo del latte contaminato continua a estendersi in Cina: Pechino ha avviato una procedura di richiamo per latte per neonati in forma liquida, contenente la stessa sostanza nociva trovata nel latte in polvere che ha ucciso quattro neonati e intossicato più di 6.200 bambini. Lo ha annunciato oggi l’amministrazione generale della supervisione della qualità.

Le tre principali latterie
Gli ispettori hanno trovato melamina nel latte liquido prodotto dalle tre principali latterie cinesi. Circa il dieci per cento dei campioni prelevati nei latti liquidi delle aziende cinesi Mengniu e Yili contenevano fino a 8,4 milligrammi per chilogrammo di melamina. Anche il latte prodotto da Bright Bairy a Shanghai è risultato contaminato da melamina.