Cina, muore per overdose di Internet

E' un ragazzo di 26 anni, morto sabato dopo una settimana intera trascorsa davanti al pc impegnato in tornei di giochi on line. Pesava 150 chili e per i sette giorni di festività del Capodanno Lunare non si è mai staccato dallo schermo. Un passatempo letale

Pechino - Drogato di Internet. Stupefacente che dà dipendenza e astrae dalla realtà. Controindicazioni a valanga. Azzeramento delle relazioni sociali. Ingerimento incontrollato di cibo malsano (merendine, snack, patatine, hamburger). Calo dell'attenzione. Vuoti di memoria. Lunghe fasi di apatia alternate a picchi d'adrelina all'illuminarsi di un pixel. Ma la Rete, se "tagliata" male o assunta in dosi troppo massicce, può portare anche alla morte. E' successo a un giovane cinese di 26 anni e 150 chili. Stroncato davanti allo schermo del suo Pc dopo sette giorni sette passati ininterrottamente in furibonde sessioni di giochi on line.

Passatempi pericolosi La storia viene riportata su numerosi quotidiani cinesi. L' uomo è crollato sabato, ultimo giorno delle vacanze legate al Capodanno Lunare. "Durante le vacanze ci si annoia, le uniche possibilità sono la televisione e il computer", ha commentato un vicino, un insegnante di nome Xu Yan. Secondo la stampa cinese nel paese ci sono più i due milioni di giovani "drogati" di Internet, soprattutto a causa dei giochi interattivi. In tutto, in Cina ci sono 137 milioni di persone che navigano abitualmente su Internet.