Cina, oltre 200 i morti della scuola inondata

da Pechino

Sono almeno 200, quasi tutti bambini, i morti causati da un torrente in piena che tre giorni fa nel villaggio di Ningan, nella provincia di Heilongjiang (nel nord-est della Cina), ha travolto una scuola elementare che si trovava sulle sue rive: lo conferma la stampa cinese citando fonti locali.
L’ultimo bilancio parlava di 92 morti, 88 dei quali bambini, e di 17 dispersi). Alcuni genitori lanciano accuse pesantissime: gli insegnanti hanno chiuso a chiave le porte delle classi e sono fuggiti.
Gli abitanti del villaggio hanno fatto per tutto il fine settimana un sit-in bloccando le strade principali verso Ningan per protestare contro l’inefficienza delle operazioni di soccorso e chiedendo un’inchiesta.
La Cina è colpita almeno ogni anno da inondazioni o siccità, ma questa pare essere stata la peggiore inondazione degli ultimi 200 anni.