Cina, il ponte più lungo Aperto il cantiere: 35 km

Il mega viadotto a forma di "Y" avrà una lunghezza totale di circa 50 chilometri, di cui
35 sul mare; potrà sopportare venti fino a 200 chilometri all’ora, terremoti fino alla
magnitudo 8 e collisioni con navi fino a 300 mila tonnellate

Pechino - La Cina è fermamente decisa a battere ogni record. Dopo i fasti delle Olimpiadi del 2008 e la vorticosa crescita del Pil si va avanti con la costruzione delle grandi opere. L'ultima messa in cantiere sarà il ponte più lungo del mondo: un’autostrada a sei corsie lunga 50 chilometri - 35 dei quali sospesi sull’Oceano Pacifico - che collegherà Hong Kong a Zhuhai nella provincia cinese del Guangdong e a Macao, la nuova Las Vegas, capitale mondiale del gioco d’azzardo. La zona più industrializzata della Cina, il cosiddetto Delta del Fiume delle Perle, riceverà una ulteriore spinta alla crescita economica

L’inaugurazione Il cantiere è stato aperto ufficialmente dal vicepremier cinese Li Keqiang, con una cerimonia nella città di Zhuhai. "È molto importante - ha detto Li - mantenere nel lungo termine la prosperità e la stabilità della regione di Hong Kong e Macao".

A forma di ipsilon Il mega viadotto a forma di "Y" avrà una lunghezza totale di circa 50 chilometri, di cui 35 sul mare; potrà sopportare venti fino a 200 chilometri all’ora, terremoti fino alla magnitudo 8 e collisioni con navi fino a 300 mila tonnellate di stazza. Sull’autostrada a sei corsie costruita sul viadotto la velocità massima sarà di 100 chilometri/orari.

Dieci miliardi di dollari I costi previsti per la grande infrastruttura che superano i 10 miliardi di dollari (73 miliardi di yuan) saranno sostenuti dalle tre province. A presenziare la cerimonia di avvio dei lavori c’erano anche il capo del governo di Hong Kong, Donald Tsang e di Macao, Edmund Ho, accompagnato dal suo prossimo successore, Chen Sai On.