La Cina promette: inquineremo per 30 anni

Se il buongiorno si vede dal mattino questo è un inizio grigio come una nube di smog. A deprimere le speranze dei delegati di 192 Paesi, ammassati a Copenaghen per l’inaugurazione del summit sul clima, ci pensa anche stavolta Pechino, l’indiscusso campione dell’inquinamento globale. Il ministro cinese della Scienza e tecnologia Wan Gang ha annunciato l’intenzione di continuare ad aumentare le emissioni inquinanti fino al 2030-2040. Un duro colpo per il premier danese Rasmussen, che alla vigilia era pronto a scommettere su «accordi forti e ambiziosi». E a far cadere l’ottimismo ci si è messo pure Obama, che arriverà al vertice solo l’ultimo giorno.