La Cina supera gli Usa sul web

Il gigante asiatico è diventato il primo paese al mondo per numero assoluto di persone
che navigano in internet, superando la soglia di 253 milioni di utenti (più 56% rispetto all'anno scorso). Ma per gli utenti restano ancora troppi limiti e censure

Pechino - Internet è sinonimo di libertà. Si naviga in rete per lavoro, studio, divertimento o semplicemente per informarsi. Purtroppo, però, in molti paesi non c'è la libertà di navigare in santa pace senza controlli esasperanti o censure. E' il caso della Cina e di tutti quei paesi che, di fatto, sono retti da un regime più o meno dittatoriale. A Pechino e dintorni molti siti non sono accessibili e, nei motori di ricerca, certe parole non possono essere cercate: o meglio, le si può cercare ma non si arriverà mai ad alcun risultato.

La Cina però ha superato gli Stati Uniti per numero di internauti. Lo rileva il "China Internet Network Information Centre". Superata alla fine di giugno la soglia dei 253 milioni di utenti (più 56% rispetto allo scorso anno), il gigante asiatico è diventato il primo paese al mondo per numero assoluto di persone che navigano su internet. La percentuale di utenti sulla popolazione totale (1 miliardo e 330 milioni) è invece del 19,1%.