Dentro il cinema abbandonato il «discount» degli scooter rubati

Via Baldassarre Orero è una strada scura e a tratti molto silenziosa, serrata da due lunghe file di palazzoni che le negano il beneficio del sole fino a mezzogiorno. Piccola vena trasversale in mezzo alle tante di via di Portonaccio, ospita un negozietto di generi alimentari, un ristorante cinese, un meccanico e un tabacchi. C’è anche un cinema abbandonato, il «Puccini», che, a quanto si è scoperto, abbandonato non era affatto. I suoi locali, infatti, erano stati riadattati per ospitare un’attività tanto redditizia quanto illecita: tra lo schermo senza luce e le poltrone prostrate dal tempo, una banda di romeni aveva aperto un vero e proprio supermarket di scooter rubati. A scoprire l’«attività» sono stati i carabinieri della vicina stazione di Casal Bertone, sollecitati dalle richieste dei residenti. La banda organizzava furti su commissione per il mercato estero, trovava il mezzo e lo portava al Puccini, dove decideva se rimetterlo in circolazione con una nuova targa o farlo a pezzi per vendere i ricambi sfusi. In uno stanzone c’era di tutto: ruote, motori, marmitte e telai di colori diversi e dimensioni variabili. Parte della refurtiva è stata restituita ai legittimi proprietari, mentre quattro romeni sono stati sottoposti a fermo con l’accusa di ricettazione. Ora il silenzio potrà tornare incorrotto su via Baldassarre Orero.