Cinema e concerti, purché «indimenticabili»

Tra gli appuntamenti della stagione anche l’esibizione di Lou Reed e il «Giocatore» di Dostoevskij

Grandi ospiti negli appuntamenti musicali della stagione 2005-2006 del Parco della Musica, che ha in cartellone la prima mondiale dell’opera Ça Ira di Roger Waters, la prima opera per orchestra e coro realizzata dall’ex fondatore dei Pink Floyd in occasione del bicentenario della rivoluzione francese. L’opera sarà eseguita il 17 e 18 novembre dall’orchestra Roma Sinfonietta e in tutto saranno 236 gli artisti che si esibiranno sul palco.
Sono poi attesi tra gli altri Lou Reed, John Cale, Dave Holland, Simple Mind e Youssou N’Dour. Per il Roma Jazz Festival, che propone 16 concerti e che quest’anno affronta il tema «Pazzo per il jazz», arriveranno tra gli altri Michael Bolton, Bill Evans, Anthony and the Johnsons e Michael Boublè.
Per le rassegne «Piano solo» e «A solo» che è dedicata ai virtuosi dei vari strumenti, sono previste le esibizioni di Jerry Allen, John Taylor, Michael Nyman, Edberto Gismondi e Paolo Fresu.
Ricco anche il cartellone del teatro e della danza: quest’anno accanto al festival della nuova danza «Equilibrio», giunto alla sua seconda edizione, c’è un progetto di Marco Baliani che si intitola «Solitudini» che propone quattro narrazioni con accompagnamento musicale che si svolgeranno tra novembre e febbraio alla sala Petrassi.
Sul fronte della letteratura i protagonisti saranno tra gli altri Ascanio Celestini e Nicola Piovani che, nell’ambito della rassegna «Parolenote» interpreteranno testi di Pasolini, Servillo e daranno anche voce al «Giocatore» di Dostoevskij.
Infine, per il cinema, la fondazione Musica per Roma propone un viaggio nel cinema americano nell’ambito del quale saranno all’auditorium Jane Fonda, che presenterà anche il suo romanzo autobiografico «La mia vita finora», e Sidney Pollack, che presenterà il suo ultimo film, The interpreter con Nicole Kidman e Sean Penn.
Illustrando il programma, Carlo Fuortes, l’amministratore delegato della Fondazione Musica per Roma, che gestisce l’Auditorium, ha sottolineato il fatto che quest’anno la struttura mette a disposizione un quarto spazio, grazie al quale si possono articolare i vari appuntamenti dal teatro studio, per un pubblico di 300 persone, alla sala di Santa Cecilia che ne ospita 2.800.
Fuortes ha poi fornito alcuni dati relativi al numero degli eventi e ai biglietti venduti nel 2004 e nel 2005, facendo riferimento solo alla fondazione Musica per Roma ed escludendo Santa Cecilia. Gli eventi sono stati 115 nel 2004 e 267 nel 2005, i biglietti venduti 112.862 nel 2004, 150.938 nel 2005. \