Cinema e teatro al Ticinese: sarà un’estate con le cuffie

Ogni sabato sera per la Bella Estate i film cult da ascoltare con gli auricolari per non disturbare i residenti delle Colonne

Giurano che si sentiranno solo le risate gli organizzatori. «Al massimo qualcuno ripeterà le battute a memoria - assicurano da Esterni - perché i film che abbiamo scelto, sono già entrati nella storia del cinema». Da Verdone a Pozzetto, passando per Troisi fino a Benigni: saranno loro i protagonisti delle proiezioni cinematografiche «in cuffia» (per non disturbare i residenti), uno degli appuntamenti proposti dall’assessore al Tempo libero Giovanni Terzi nell’ambito de La bella Estate del Ticinese. Trecento cuffie, sedie a sdraio in platea e un maxischermo per coinvolgere i giovani che ogni sabato sera affolleranno le colonne di San Lorenzo, dal 5 luglio al 30 agosto, alle 22.
Un appuntamento diverso per ogni giorno della settimana con un obiettivo preciso: «Riqualificare un’area della città spesso sotto accusa per il degrado», spiega Terzi. E la ricetta è la stessa utilizzata lo scorso anno: «offrire ai giovani uno spazio dove possano esprimere la propria creatività». Tra le colonne di epoca romana e persino all’interno della Basilica che aprirà le sue porte ai giovani ogni giovedì sera, dalle 21 a mezzanotte. «E non sarà solo una chiesa per fare silenzio - precisa il parroco, Don Agusto Casolo - a partire dalle 21.30 si alterneranno sempre animazioni diverse perché speriamo di coinvolgere un pubblico più vasto possibile». Quelli che in San Lorenzo ci entrano già ogni domenica, ma anche gli «Emo: quei ragazzi - spiega il Don - che passano tutti i pomeriggi a bighellonare all’ombra della basilica», gli stessi che ieri mattina il parroco si è trovato davanti alla porta della canonica, ricordo di una nottata che neppure la luce era riuscita a spazzare via.
Scacco matto alla noia. Ogni martedì, giovedì e venerdì si gioca a scacchi, monopoli, jenga, trivial e dama con Italia Kiin onlus, l’associazione benefica no profit che si propone di coinvolgere tutte le fasce d’età: dalle famiglie ai ragazzi, che potranno riunirsi in squadre per lanciarsi in grandi sfide. Oltre ai divertimenti da tavola, anche quattro giochi giganti: due scacchiere, una damiera e un forza quattro. Toccherà agli allievi della Scuola di teatro Arsenale riempire i mercoledì sera alle Colonne con clownerie, acrobatica e mimo nello stile del Teatro di strada coinvolgendo attivamente il pubblico. Spazio al teatro anche nel Chiostro del Museo Diocesano in Corso di Porta Ticinese 95 dove l’associazione culturale Teatribù promuoverà l’improvvisazione dedicando sette lezioni gratuite a tutti i milanesi che vorranno avvicinarsi a questa disciplina. Dall’8 luglio cambio di fuso orario al Museo che resterà chiuso di giorno ma aprirà ogni sera, dalle 19 a mezzanotte offrendo tre nuovi appuntamenti espositivi, visite guidate e anche l’aperitivo, nella Lounge del Chiostro, ogni giorno fino alle 21.